Pavimento BT2021-02-22T11:45:12+00:00


Pavimento BT

L’isolamento ottimale deve essere pari o superiore del valore U calcolato per l’isolamento pareti e soffitto della cella.

Isocold, calcolato lo spessore ottimale per l’isolamento, divide lo spessore in modo da posare un triplo/quadruplo strato sfalsato di lastre isolanti in poliuretano/polistirene espanso estruso a celle chiuse, con marcatura CE conformi e alla Norma UNI EN 13164, con dichiarazione ambientale EPD/LCA e Climate Declaration.

La fornitura di un’efficace barriera al vapore all’esterno dell’isolamento, finito con giunti adeguatamente sigillati, è della massima importanza, poiché il vapore acqueo penetrando nell’isolante formerebbe del ghiaccio e distruggerebbe gradualmente il materiale isolante.
L’aria all’interno di una cella frigorifera contiene molto meno vapore acqueo rispetto all’aria esterna. Il vapore acqueo nell’aria provoca una pressione e, insieme agli altri gas presenti (come ossigeno e azoto) spiega la pressione atmosferica che tutti conosciamo. La pressione parziale esercitata dal vapore acqueo è proporzionale alla quantità di vapore presente e il vapore nell’aria tenderà a migrare dalle aree ad alta pressione parziale ad aree a bassa pressione parziale. Quindi, vi è la tendenza dell’umidità nell’aria a passare attraverso l’isolamento di una cella frigorifera nell’area di bassa pressione parziale all’interno. Quando questo vapore viene raffreddato, si condensa e nel punto in cui la temperatura è di 0 ° C, si congela per formare ghiaccio. Questo processo continuerebbe per un lungo periodo di tempo e l’accumulo di ghiaccio alla fine pregiudicherebbe le proprietà di isolamento della parete del magazzino frigorifero e indebolirebbe

anche la struttura della parete o dell’edificio. Sfortunatamente, gli effetti esteriori di questo accumulo di ghiaccio potrebbero non manifestarsi subito, ma molto tempo dopo che le garanzie del costruttore sono diventate invalide.
Per impedire questo tipo di distruzione all’isolamento della cella frigorifera, è necessario prevedere una barriera al vapore sul lato caldo dell’isolamento. Questa barriera al vapore deve essere completa e coprire tutto il pavimento. Va ricordato che il vapore acqueo è un gas e non è sufficiente solo per rendere impermeabile la superficie esterna; i giunti sovrapposti devono essere sigillati.

La scelta dell’isolamento è molto importante in quanto rappresenta una grande parte del costo totale di costruzione. Anche il materiale isolante e lo spessore sono importanti dal punto di vista energetico. Oltre a un coefficiente di conducibilità termica soddisfacente, il materiale isolante dovrebbe anche essere privo di odori, anti-marciume, antiparassitario e impermeabile al vapore acqueo.

Nella fase di armatura e getto del pavimento è necessario fare molto attenzione a non forare la barriera di protezione dell’isolante e non appoggiare carichi sull’isolante in modo da deformare o rovinare il pavimento. Inoltre bisogna assicurasi che la barriera sia rivoltata sulla superficie del pannello per non fare passare l’acqua del getto, tutti questi accorgimenti sono necessaria per evitare qualsiasi problema di isolamento o rigonfiamento del pavimento.

I depositi a bassa temperatura costruiti direttamente sul terreno possono richiedere precauzioni speciali per prevenire l’accumulo di ghiaccio sotto il pavimento del magazzino frigorifero. La formazione di ghiaccio provoca distorsioni note come “Iceberg” e, in casi particolarmente gravi, può portare alla completa distruzione del deposito e della struttura dell’edificio.

Le condizioni che danno origine al gelo sono piuttosto complesse, in quanto legate al tipo e alla struttura del suolo, alle proprietà di isolamento, alla disponibilità di umidità, alle dimensioni della cella, alle variazioni climatiche stagionali e ad altri fattori.
Per quanto riguarda la protezione contro la formazione di “Iceberg” possiamo agire in due modi in base alla possibilità di scavo:

1. lasciare uno spazio sotto la cella frigorifera per la ventilazione. La profondità aggiuntiva richiesta per questa struttura lascia uno spazio di ventilazione dell’aria sotto l’isolamento. Questa disposizione di ventilazione dovrebbe essere chiaramente libera con adeguate entrate e uscita. Il terreno sotto il deposito può essere riscaldato da un tappetino elettrico a bassa tensione nella fondazione della cella frigorifera.

2. far circolare un liquido riscaldato come glicole attraverso una griglia di tubi incorporata nella fondazione. Il calore per il glicole viene solitamente ottenuto dal gas caldo del compressore attraverso uno scambiatore di calore.